Riammissione in servizio dei lavoratori dopo assenza per malattia Covid-19 correlata (nuove specifiche)

Casistiche e indicazioni Operative del Ministero della Salute.

12 Aprile 2021

Riammissione in servizio dei lavoratori dopo assenza per malattia Covid-19 correlata (nuove specifiche)

Casistiche e indicazioni Operative del Ministero della Salute.

Il Ministero della Salute con Circolare del 12 aprile 2021, propone 5 casistiche diverse per le quali la riammissione segue percorsi diversi, e vengono chiariti diversi dubbi interpretativi.

ergo-studio_rientro al lavoro post covid

A) Lavoratori positivi con sintomi gravi e ricovero

Riammissione in azienda SOLO DOPO NEGATIVIZZAZIONE con test antigenico o molecolare + VISITA MEDICO COMPETENTE AZIENDALE (se nominato) per la VERIFICA di IDONEITA’.

B) Lavoratori positivi sintomatici

Riammissione dopo 10 giorni di isolamento dalla comparsa dei sintomi, di cui almeno 3 giorni senza sintomi, SOLO DOPO NEGATIVIZZAZIONE con test molecolare ed esito inviato anche telematicamente al Datore di Lavoro per il tramite del Medico Competente.

Riammissione anche se un familiare e/o un contatto stretto è positivo, da non considerare come un normale contatto stretto con positivo (ove nominato).

C) Lavoratori positivi asintomatici

Riammissione dopo 10 giorni di isolamento dalla positività accertata, SOLO DOPO NEGATIVIZZAZIONE con test molecolare ed esito inviato anche telematicamente al Datore di Lavoro per il tramite del Medico Competente (ove nominato).

Riammissione anche se un familiare e/o un contatto stretto è positivo, da non considerare come un normale contatto stretto con positivo.

D) Lavoratori positivi a lungo termine (oltre il 21° giorno dalla comparsa dei sintomi)

Ai fini della riammissione, i lavoratori ancora positivi oltre il 21° giorno saranno riammessi al lavoro SOLO DOPO NEGATIVIZZAZIONE con test molecolare o antigenico (rapido) ed esito inviato anche telematicamente al Datore di Lavoro per il tramite del Medico Competente (ove nominato).

Il periodo eventualmente intercorrente tra il rilascio dell’attestazione di fine isolamento (riammissione in comunità) e la negativizzazione con test, nel caso in cui il lavoratore non possa essere adibito a modalità di lavoro agile, dovrà essere coperto da un certificato di prolungamento della malattia rilasciato dal medico curante.

Non necessita visita medica del Medico Competente aziendale se non richiesta esplicitamente dal lavoratore.

E) Lavoratore asintomatico con contatto stretto di un positivo

Il lavoratore dovrà passare a lavoro agile (smart working) in isolamento per almeno 10 giorni o se non applicabile dovrà richiedere il certificato di malattia al Medico curante.

Dopo 10 giorni la riammissione in azienda può avvenire SOLO DOPO NEGATIVIZZAZIONE con test molecolare o antigenico (rapido) ed esito inviato anche telematicamente al Datore di Lavoro per il tramite del Medico Competente (ove nominato).

Il Team
Ergo Studio srl

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp